Ho deciso di imparare il filippino

Ho iniziato davvero per caso: durante il tragitto Lecce-Brindisi SS613 ho scoperto il podcast in inglese su Spotify "Go Filipino" curato da Kris Andres.

Stando a una stima di wikipedia aggiornata al 2013, risulta che circa 45 milioni di persone nel mondo parlano Filippino, una versione standardizzata della lingua Tagalog. Mia madre ha sempre tentato di insegnare questa lingua a me e a mio fratello, con scarsissimo interesse da parte nostra.

Le basi

Per costruire una casa è necessario partire dalle fondamenta: il podcast n.1 parla delle vocali [A, E, I, O, U] che si pronunciano come in italiano, sempre in maniera molto aperta. Kris spiega nella prima metà, in maniera molto chiara, frasi come: "Come stai?", "Come ti chiami?" e "Io mi chiamo Vincent, tu?". La seconda metà è dedicata invece alle frasi che augurano il buongiorno, buon pomeriggio e sera.

Vediamone alcune:

  • Qual è il tuo nome? / Ano ang pangalan mo?
  • Io sono Vincent e tu? / Ako si Vincent, ikaw?
  • Da dove stai venendo? / Saan ka galing?
  • Vengo da casa / Galing ako sa bahay
  • Dove stai andando? / Saan ka pupunta?
  • Diyan lang / Semplicemente lì
  • Buongiorno / Magandang umaga
  • Buongiorno anche a te / Magandang umaga rin sa yo
  • Buon pomeriggio (il primo pomeriggio) / Magandang tanghali
  • Buon pomeriggio (tardo pomeriggio) / Magandang hapon
  • Buona sera / Magandang gabi
  • Arrivederci / Paalam

Il costrutto Diy viene spesso pronunciato come la J in inglese (es. John) o come la G italiana, posizionando la lingua attaccata ai denti.

La doppia vocale viene invece pronunciata con due emissioni distinte: es. Pa-a-lam.